Diffusione di culture

  • Scritto da C.S

Gli inizi del novecento segnarono un definitivo abbandono delle teorie evoluzioniste con un deciso cambio di rotta verso un diverso approccio nell'analisi delle culture, non più volta  ad individuare una certa uniformità nello studio delle leggi di sviluppo culturale delle diverse popolazioni ma  ad uno studio 'storico' delle singole culture. Entrarono così nel lessico comune i vocaboli tratti culturali, diffusione, strati culturali. L'africanista Leo Frobenius aveva elaborato una teoria secondo la quale la diffusione di determinati tratti culturali avvenisse in forma di ondate successive. Ad ogni ondata  corrispondevano vari tratti, a cui si andavano a sommare altri tratti di altre ondate, venendo così a formare appunto dei veri propri strati culturali. Il programma così del diffusionismo di area tedesca era definito: andando indietro nel  tempo, quali e quante stratificazioni, dovute al contatto tra varie società o alla migrazione di intere popolazioni, potevano esserci, studiando le varie ondate? La teoria di Frobenius ebbe un certo seguito, tanto che subito dopo il programma diffusionista si arrichì di  una nuova teoria elaborata da Fritz Graebner, basata in parte sugli strati culturali di Frobenius: i cicli culturali, ovvero complessi di tratti culturali compresenti in una determinata area. Distinguendo la provenienza geografica e storica dei singoli tratti in un'area specifica, questi potevano essere ricondotti ai rispettivi cicli. Era una teoria che aveva dei limiti però, soprattutto per il fatto che i cicli erano dati dalla compresenza di determinati tratti eterogenei, tra i quali non veniva stabilita alcuna correlazione se non quella di essere uno accanto all'altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Contatti

+039 0516951101
 
redazione@ilcastellano.net

 

 

        Coming soon

 

I contenuti pubblicati in queste pagine sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni.
È vietata per qualsiasi fine o utilizzo, la riproduzione integrale su internet e su qualsiasi altro supporto cartaceo e/o digitale senza la preventiva autorizzazione.
Immagini, grafici e testi, in originale, riprodotti o tradotti, appartengono ai rispettivi proprietari.

Newsletter

Mantieniti in contatto con noi. Vuoi rimanere aggiornato sulle offerte e novità de il Castellano.net? Iscriviti alla nostra newsletter!